Associazione USEI Unione di Solidarietà degli Ecuadoriani in Italia / Asociación USEI Unión de Solidaridad de los Ecuatorianos en Italia
UNA PALLINA E UN TAMBURELLO PER DISEGNARE NUOVE PROSPETTIVE
CS-UVL 001-13
COMUNICATO STAMPA

UNA PALLINA E UN TAMBURELLO PER DISEGNARE NUOVE PROSPETTIVE
Dal 1 al 6 Marzo 2013, in Ibarra ECUADOR, si svolgerà il Corso di Palla tamburello organizzato dall’USEI (Unione di Solidarietà degli Ecuadoriani in Italia) e l’UISP (Unione Italiana Sport per Tutti), in partenariato con l’associazione “Giovani senza Frontiere” di Genova e la FEPN (Federazione Ecuadoriana di Palla Nazionale dell’Ecuador), grazie al contributo del BANDO PER PROGETTI DI COSVILUPPO TRA ITALIA ED ECUADOR – ACRA 2012.
Due anni fa, l’USEI in collaborazione con l’UISP, aderì con il progetto “UNA PALLINA ED UN TAMBURELLO PER BATTERE LE DIFFERENZE” al bando per progetti sociali delle organizzazioni di volontariato promosso dal CESAVO (Centro Savonese per il Volontariato), dando così inizio a un percorso interculturale, nel quale si coinvolgevano giovani ambosessi ecuadoriani (immigrati di seconda generazione) residenti nella provincia di Savona. Il Corso di Palla tamburello aveva la finalità di acquisire le tecniche di gioco di questa disciplina sportiva, per giocare, divertirsi ed eventualmente costruire una squadra, che una volta inserita nel tessuto sportivo savonese, avrebbe potuto confrontarsi e diventare propositiva di eventi. Altra finalità era quella di imparare qualcosa in più della cultura di questo territorio, (oltre alla cucina e alla lingua) per contribuire ad arricchire il bagaglio di conoscenze culturali dei nostri connazionali.
Durante la Terza Edizione della Settimana Culturale Ecuadoriana, svolta a Savona nell’agosto 2012, nel campo sportivo all’aperto di Vado Ligure, è stata organizzata una partita di palla tamburello tra squadre dell’Ecuador e Italia, come ultimo atto del progetto prima menzionato.
Oggi, approfittando l’opportunità di aderire al bando per progetti di cosviluppo tra Italia ed Ecuador, promosso dalla Fondazione ACRA e Coopecuador, e finanziato dalle Fondazioni Cariplo e Peppino Vizmara, avevamo pensato (con l’UISP Savona) che era opportuno dare continuità al nostro percorso. Continuità che si concretizza attraverso uno scambio interculturale e la presentazione di questo sport in Ecuador. Nasce così il Progetto “UNA PALLINA E UN TAMBURELLO PER DISEGNARE NUOVE PROSPETTIVE”
Il Progetto ha come obiettivo la promozione alla partecipazione attiva dei giovani ecuadoriani residenti a Genova, e nasce dalla necessità di coinvolgere maggiormente agli stessi, in un processo formativo articolato più ampio, da realizzarsi sia in Italia (nella città di Genova), sia in Ecuador (nella città di Ibarra)
L’USEI con l’UISP e l’associazione sportiva “Giovani senza Frontiere” (partners in Italia di questo progetto), si era adoperata perché i giovani ecuadoriani facciano un percorso di crescita (sia personale sia collettiva) attraverso la conoscenza e la pratica di uno sport, che assomma tutte le qualità di uno sport individuale a quelle di uno sport collettivo. Uno sport dalle origini italiane, ma non ancora conosciuto in Ecuador.
Nel percorso della nostra ricerca (che è parte del nostro progetto), abbiamo trovato in Ecuador l’esistenza di uno sport antico come la palla tamburello: la “Pelota Nacional” (Palla Nazionale); sport di origini antiche, ma che oggi solo in pochi lo praticano, essendo più diffuso soltanto nella provincia andina di Imbabura al nord dell’Ecuador.
Il Comitato Olimpico Ecuadoriano (COE) ha tra i suoi aderenti alla FEPN (Federación Ecuatoriana de Pelota Nacional), il nostro partner in Ecuador, con il quale abbiamo trovato la disponibilità per attraverso loro, poter diffondere la palla tamburello nel nostro paese, vista la somiglianza (in antichità e certi aspetti del gioco) con la disciplina sportiva proposta (palla tamburello), sperando che nel futuro, come parte successiva del nostro percorso interculturale, siano loro a venire in Italia a portarci le conoscenze della sua disciplina sportiva (pelota nacional).
Il progetto ha coinvolto a Genova, con la partecipazione dell’associazione sportiva “Giovani senza Frontiere”, a 10 giovani ecuadoriani che hanno realizzato uno studio/ricerca sulla Palla tamburello (storia, origini, attrezzatura, campi, regolamento, tecnica, piani di allenamento). Inoltre verrà prodotto un documento (in lingua spagnola) su questo sport, il quale verrà utilizzato in Ecuador, per coinvolgere 30 giovani e insegnanti di educazione fisica (uomini e donne), provenienti dai vari istituti scolastici della città di Ibarra (Ecuador), disposti a imparare e diffondere il gioco della Palla tamburello. La FEPN metterà a nostra disposizione le strutture (aule attrezzate, palestre, campi) per ospitare il corso teorico/pratico proposto da noi e dall’UISP Savona, su questo sport.

Antonio García, presidente dell’USEI e il Prof. Roberto Anselmi (tecnico sportivo UISP Savona), si recheranno nei prossimi giorni in Ecuador, portando con sé i materiali e le attrezzature necessarie per svolgere questa iniziativa.

Per più informazione si prega chiamare al 340-8348953 oppure scrivere a info@usei.it

Cordialmente,


ANTONIO GARCIA Vado Ligure, 12 febbraio 2013
Presidente dell’USEI
 

Torna alla categoria "eventi"

IN EVIDENZA


 

home page | associazione | i soci | lo statuto | eventi | edicola | visite | guestbook | blog | contattaci | foto

Templates powered by Euweb.it