Associazione USEI Unione di Solidarietà degli Ecuadoriani in Italia / Asociación USEI Unión de Solidaridad de los Ecuatorianos en Italia
Google Plus
Google+
 
20/11/2009 paginahome  
Ricongiungimento familiare: una circolare del Ministero dell’interno fa chiarezza sui requisiti per l’idoneità degli alloggi
Il Ministero dell'interno - Dipartimento per le libertà civili e l'immigrazione - Direzione centrale per le politiche dell'immigrazione e dell'asilo, con circolare del 27 agosto 2009 n. 4820 ha fornito alcuni chiarimenti in ordine alla corretta applicazione delle procedure di ricongiungimento familiare come modificate dalla legge n. 94 sulla “sicurezza pubblica”. In particolare, precisato che la nuova norma ha soppresso il riferimento ai parametri stabiliti dalle legge regionali in materia di edilizia residenziale pubblica, prevedendo ora che lo straniero che richiede il ricongiungimento familiare debba dimostrare la disponibilità "di un alloggio conforme ai requisiti igienico sanitari, nonché di idoneità abitativa, accertati dai competenti uffici comunali", il Ministero ha invitato gli sportelli unici delle prefetture ad acquisire, per le istanze presentate a far data dall'entrata in vigore della nuova normativa, un certificato rilasciato dalle autorità comunali che attesti entrambi i requisiti.
Per evitare interpretazioni differenti da parte dei comuni, il Ministero ha ora ulteriormente precisato con la circolare del 18 novembre che gli stessi, nel rispetto della loro autonomia, nel rilasciare la certificazione relativa all’idoneità abitativa, potranno fare riferimento al decreto 5 luglio 1975 del Ministero della sanità che stabilisce i requisiti igienico-sanitari principali dei locali di abitazione ed i requisiti minimi di superficie degli alloggi, in relazione al numero previsto degli occupanti.
Tali requisiti, come prescritti dal decreto del 5 luglio 1975, sono coerenti con la direttiva Ue in materia di ricongiungimento familiare che assegna alla legge nazionale il compito «della verifica della disponibilità di un alloggio considerato normale che corrisponda alle norme generali di sicurezza e di salute pubblica in vigore».
(Red.)

Fonte: www.immigrazioneoggi.il
 

Torna alle news della categoria "paginahome"
Torna alla pagina delle news

IN EVIDENZA


 

home page | associazione | i soci | lo statuto | eventi | edicola | visite | guestbook | blog | contattaci | foto

Sito Web di Euweb.it