Associazione USEI Unione di Solidarietà degli Ecuadoriani in Italia / Asociación USEI Unión de Solidaridad de los Ecuatorianos en Italia
Google Plus
Google+
 
31/07/2017 paginahome  
ROMA: INCONTRO CON LA DEPUTATA ECUADORIANA ESTHER CUESTA
Il Partito della Rifondazione Comunista ha sostenuto, da sempre, la "Revoluciòn Ciudadana" avviata del presidente Rafael Correa oltre dieci anni fa. Da allora, trasformazioni importanti hanno avuto luogo in Ecuador. E' stato il primo governo latinoamericano a realizzare uno studio approfondito del debito ereditato dai governi neoliberisti precedenti e, in seguito, ingaggiare un braccio di ferro con il FMI e la Banca Mondiale. Il governo popolare ha rifiutato di saldare la parte considerata "ingiusta" del debito, quella che non aveva beneficiato l'intera società; allo stesso tempo ha ristrutturato il resto decurtando gli interessi usurai stabiliti da Washington.

I ricavi delle esportazioni di greggio, gas e altre risorse naturali, prima incassati dalle oligarchie locali subalterne alle grandi multinazionali, con una forte spinta pubblica dell'economia sono servite a migliorare le condizioni sociali della popolazione. Istruzione, formazione, salute, diritti alle comunità originarie, centralità dell'ambiente e rispetto della "madre tierra". Milioni di persone hanno visto cambiare in meglio, la propria vita, I milioni di immigrati sparsi per il mondo hanno riscoperto l'orgoglio e la dignità di appartenenza a una collettività e a una grande impresa di trasformazione sociale. La nuova Costituzione ha riconosciuto i diritti e i sacrifici effettuati, ha stabilito un "plan de retorno" dignitoso e ha dato nuovi e più ampi diritti politici e di partecipazione, anche a distanza.

Ecuador è stato, inoltre, uno dei principali attori del gigantesco processo di integrazione latinoamericana messo in piedi in tutti questi anni ed attivo membro di una delle strutture multinazionali più innovative qual è l'ALBA, assieme al Venezuela, Cuba, Bolivia e altre realtà centroamericane. La caduta dei prezzi delle risorse nel mercato internazionale e l'offensiva imperialista, sostenuta dalle oligarchie locali, ha avuto come conseguenza alcuni arretramenti importanti: Brasile, Argentina, Paraguay hanno ripreso il corso neoliberista e dipendente dagli USA.

In controtendenza, Alianza Pais in Ecuador vince elettoralmente la recente sfida con la destra anche se comunque il quadro continentale è cambiato.
Davanti al nuovo presidente, Lenin Moreno, ci sono nuove sfide: mantenere e consolidare le conquiste sociali interne, accelerare il processo di trasformazione economica in corso e, a garanzia, ripristinare il processo di integrazione solidale latinoamericano. Sostenere Venezuela, Bolivia, Cuba e l'intero processo antimperialista.

A Roma ci ha dato appuntamento martedì 1 agosto alle 20,30 presso la sala "Bianca" della sede nazionale del PRC a via Flaminia 53. Sono tutti/e invitati a partecipare numerosi.


Fonte: fuser54@libero.it
 

Torna alle news della categoria "paginahome"
Torna alla pagina delle news

IN EVIDENZA


 

home page | associazione | i soci | lo statuto | eventi | edicola | visite | guestbook | blog | contattaci | foto

Sito Web di Euweb.it