Associazione USEI Unione di Solidarietà degli Ecuadoriani in Italia 10 anni al vostro servizio
Google Plus
Google+
 
07/10/2014 paginahome  
RIMPATRIO DI 5.086 REPERTI ARCHEOLOGICI ECUADORIANI DAL PORTO DI GENOVA
Mercoledì, 8 ottobre 2014, alle ore 14.30, presso l’Ufficio delle Dogane di Genova, si terrà una conferenza stampa in occasione del rimpatrio dal Porto di Genova in Ecuador dei5.086 reperti archeologici del patrimonio culturale dell’Ecuador.

I reperti, che formano parte delle collezioni Norero (3.504), Pavesi (687), Dogana di Genova (667), Baronetto (223) e caso 4386/11 Carabinieri di Roma (5), risalgono alle culture precolombiane, prevalentemente Valdivia, Chorrera, Jama-Coaque, La Tolita, Manteña, Bahía, Tacalshapa e Cashaloma, popolazioni presenti in varie aree geografiche dell’attuale Stato dell’Ecuador.

Le opere di ceramica, conchiglia, metallo e ossidiana coprono l’arco di tempo dal periodo Pre-ceramico (11000-4000 a.C.) all’Impero Inca e rappresentano la cosmo-visione delle diverse culture nel tempo, attraverso figurine umane e di animali riprodotti per la loro valenza mitica e simbolica, oltre che altri oggetti di uso quotidiano.

Questo rimpatrio chiude un ciclo di collaborazione sinergica tra le Istituzioni Italiane ed Ecuadoriane, tra cui ilMinisterio de Relaciones Exteriores, Ministerio Coordinador de Conocimiento y Talento Humano, Comité Técnico Nacional de Lucha contra el Tráfico Ilícito de Bienes Culturales, Ministerio de Cultura y Patrimonio, Ministerio del Interior, Instituto Nacional de Patrimonio Cultural-INPC, Ambasciata dell’Ecuador in Italia e i Consolati dell’Ecuador in Italia: Guardia di Finanza, Arma dei Carabinieri, Autorità Portuale di Genova, Ufficio delle Dogane di Genova e Comune di Genova.

La collezione “Dogana” è stata restituita dalla Dogana di Genova, la collezione “Pavesi” dal Comune di Genova, e collezione “Norero” dal Comune di Genova dopo la donazione da parte della famiglia Norero. La collezione “Baronetto” è stata restituita dall’Autorità giudiziaria, mentre la collezione “caso 4386/11 Carabinieri di Roma” è stata consegnata dai Carabinieri di Roma all’Ambasciata dell’Ecuador in Italia.

Questo importante recupero e rimpatrio di una parte consistente del patrimonio culturale ecuadoriano sottolinea la cooperazione internazionale sui beni culturali come parte dell’eredità comune dell’umanità: imprescindibili per la costruzione collettiva dell’identità dei popoli. L’operazione evidenzia l’impegno, da parte dello Stato dell’Ecuador nella tutela e lotta contro il traffico illecito del proprio patrimonio storico, culturale e artistico non solo nel territorio nazionale, ma anche all’estero.

Per le persone che volessero presenziare alla sezione dei lavori conclusivi del rimpatrio, possono partecipare al carico e issamento del container alle ore 9.30 presso Ponte Somalia, Terminal frutta “Euromare”, Porto di Genova in presenza di S.E. Ambasciatore dell’Ecuador in Italia, Dott. Juan Holguín.

Interverranno:

Juan Holguín, S. E. Ambasciatore dell’Ecuador in Italia
Michele Dell’Agli, Generale Provinciale della Guardia di Finanza
Luigi Merlo, Presidente Autorità Portuale di Genova
Claudio Monteverdi, Direttore Ufficio delle Dogane di Genova
Cristiana Benetti Alessandrini, Dirigente del Settore Musei e Biblioteche Comune di Genova
Sig.ra Anna Maria Norero

Ingresso libero e gratuito.

Per maggiori informazioni: Consulado del Ecuador en Génova 010 8680758 / cell. 389 1529548 / info@consuldorgenova.it


Fonte: Consulado General del Ecuador en Génova
 

Torna alle news della categoria "paginahome"
Torna alla pagina delle news

IN EVIDENZA


 

home page | associazione | i soci | lo statuto | eventi | edicola | visite | guestbook | blog | contattaci | foto

Sito Web di Euweb.it